--> Catacombe San Sebastiano

La Basilica Apostolorum

L'imponente opera Costantiniana

La Basilica, originariamente chiamata "Basilica della Memoria Apostolorum", in onore dei SS. Apostoli Pietro e Paolo, è stata dedicata, nel corso dei secoli, vox populi a S. Sebastiano. Il Titolo Antico del complesso, esprime la forte devozione per gli Apostoli Pietro e Paolo e il motivo della sua costruzione, documentato da varie testimonianze archeologiche. L'indubbia importanza del luogo per tutta la cristianità determinò lo sviluppo del sito, dove si sono eretti, nel corso dei secoli, una sequenza ininterrotta di monumenti di grandissimo interesse storico e archeologico.

Oggi, la Basilica, ci appare diversa dalla sua costruzione. Infatti, nel 1608 il cardinale Scipione Borghese intraprese un completo rimodellamento della basilica e della cripta di San Sebastiano. Su progetto di Flaminio Ponzio e sotto la direzione artistica di Guido Reni, egli ristrutturò la Basilica,alla sua morte, avvenuta nel 1613, l'opera fu completata dal Vasanzio.

Dall'esterno la Basilica ci appare subito rientrata rispetto al tracciato della via Appia antica e fu ricavata occupando la navata centrale dell'antica Basilica circiforme Costantiniana. La chiesa vanta un notevole soffitto ligneo intagliato (eseguito da Annibale Durante sul disegno tradizionalmente ascritto a Giovanni Vasanzio, 1612.

- Guida Alla Basilica di San Sebastiano